Contattaci
Contattaci

Risonanza magnetica
Che cos’è e a cosa serve

CMS Spoleto srl

La risonanza magnetica (RM) è una delle tecnologie più avanzate e versatili nel campo della diagnostica medica.

Utilizzata ampiamente per esaminare diverse parti del corpo umano, la RM sfrutta potenti campi magnetici e onde radio per creare immagini dettagliate degli organi e dei tessuti interni.

Questo strumento non invasivo ha rivoluzionato il modo in cui i medici diagnosticano e monitorano numerose condizioni, offrendo una visione precisa e dettagliata che aiuta a individuare anomalie che potrebbero non essere visibili con altre tecniche di imaging. In questo articolo, esploreremo cos'è la risonanza magnetica, come funziona e perché è così importante nella medicina moderna.

A cosa serve la risonanza magnetica?


La risonanza magnetica (RM) è utilizzata per una vasta gamma di scopi diagnostici, grazie alla sua capacità di fornire immagini ad alta risoluzione dei tessuti molli, degli organi e delle strutture interne del corpo. Ecco alcune delle principali applicazioni di questo esame:
1. Diagnosi di patologie neurologiche: La RM è particolarmente utile per esaminare il cervello e il midollo spinale. Può rilevare tumori, lesioni, infezioni, malattie degenerative come la sclerosi multipla e anomalie vascolari.
2. Valutazione delle articolazioni e dei tessuti muscoloscheletrici: La RM è impiegata per diagnosticare problemi alle articolazioni, ai muscoli, ai tendini e ai legamenti, come lesioni sportive, artrosi, e rotture del menisco.
3. Studio del cuore e dei vasi sanguigni: La RM cardiaca fornisce immagini dettagliate del cuore e dei vasi sanguigni, aiutando a identificare malformazioni congenite, malattie delle valvole cardiache, ischemia e altre condizioni cardiache.
4. Esame degli organi addominali e pelvici: Questo esame è utilizzato per valutare organi come il fegato, i reni, il pancreas, l'utero e le ovaie, aiutando a individuare tumori, infezioni, infiammazioni e altre anomalie.
5. Monitoraggio del trattamento: La RM è spesso usata per monitorare l'efficacia dei trattamenti per diverse patologie, consentendo ai medici di valutare i progressi e apportare eventuali modifiche alla terapia.
6. Esami di follow-up: Dopo un intervento chirurgico o un trattamento medico, la RM può essere utilizzata per assicurarsi che il processo di guarigione stia procedendo correttamente e per individuare eventuali complicazioni.

Come si svolge la risonanza magnetica?


Prima dell'esame
1. Preparazione: Il paziente viene istruito a rimuovere tutti gli oggetti metallici, come gioielli, orologi, occhiali, e indumenti con cerniere o bottoni metallici, poiché il campo magnetico può interferire con questi materiali. In alcuni casi, potrebbe essere richiesto di indossare un camice fornito dall'ospedale o dal centro diagnostico.
2. Questionario e consenso informato: Prima dell'esame, il paziente compila un questionario per identificare eventuali controindicazioni, come la presenza di pacemaker, impianti metallici o altre condizioni che potrebbero interferire con la RM. Viene inoltre fornito il consenso informato.
Durante l'esame
3. Posizionamento: Il paziente viene fatto sdraiare su un lettino mobile che scorre all'interno del magnete della macchina RM. La posizione dipende dall'area del corpo da esaminare. Per mantenere l'immobilità, possono essere utilizzati cuscini e cinghie.
4. Contrasto: In alcuni esami, può essere iniettato un mezzo di contrasto a base di gadolinio per migliorare la visibilità di determinate strutture o anomalie. Questo viene fatto tramite una vena del braccio e generalmente non causa effetti collaterali significativi.
5. Scansione: Una volta posizionato correttamente, il lettino scorre all'interno del magnete. Durante la scansione, il paziente deve rimanere il più immobile possibile per evitare immagini sfocate. L'esame può durare da 15 a 90 minuti, a seconda della complessità e della parte del corpo esaminata.
6. Rumore: Durante la scansione, la macchina produce rumori forti e ritmici. Al paziente vengono forniti tappi per le orecchie o cuffie per ridurre il disagio acustico. Alcuni centri offrono anche la possibilità di ascoltare musica.
Dopo l'esame
7. Fine dell'esame: Al termine della scansione, il lettino esce dal magnete e il paziente può alzarsi. Non sono necessarie precauzioni particolari, salvo diversa indicazione del medico.
8. Analisi delle immagini: Le immagini ottenute vengono analizzate da un radiologo, che redige un referto dettagliato per il medico curante. Questo processo può richiedere qualche giorno.

Differenze tra risonanza magnetica aperta e chiusa


La risonanza magnetica (RM) può essere eseguita utilizzando due tipi principali di apparecchiature: la risonanza magnetica chiusa e la risonanza magnetica aperta. Entrambe hanno lo stesso principio di funzionamento, ma differiscono in alcune caratteristiche strutturali e funzionali. Ecco le principali differenze tra le due:
Risonanza Magnetica Chiusa
1. Struttura: La RM chiusa è caratterizzata da un tunnel cilindrico stretto e lungo in cui il paziente viene inserito. Il magnete principale avvolge completamente il corpo del paziente.
2. Qualità delle immagini: Generalmente, le macchine di RM chiusa producono immagini di qualità superiore e con una risoluzione più alta rispetto alle macchine aperte. Questo è dovuto alla potenza del campo magnetico che è solitamente maggiore nelle macchine chiuse.
3. Tempo di esame: L'esame può essere più breve nelle macchine chiuse grazie alla maggiore potenza del magnete e alla qualità delle immagini ottenute.
4. Disagio per i pazienti: Alcuni pazienti possono sentirsi a disagio o soffrire di claustrofobia all'interno del tunnel stretto della RM chiusa. In questi casi, può essere necessario utilizzare sedativi leggeri o scegliere una RM aperta.

Risonanza magnetica aperta
1. Struttura: La RM aperta ha un design più spazioso, con un magnete che non avvolge completamente il corpo del paziente. Questo tipo di macchina ha spesso una forma a C o a U, lasciando i lati aperti.
2. Accessibilità: La RM aperta è più adatta per pazienti che soffrono di claustrofobia, pazienti pediatrici o persone con obesità. L'apertura offre maggiore comfort e riduce la sensazione di confinamento.
3. Qualità delle immagini: Le immagini ottenute con una RM aperta possono avere una risoluzione leggermente inferiore rispetto a quelle della RM chiusa, poiché il campo magnetico è spesso meno potente. Tuttavia, le tecnologie più recenti hanno migliorato significativamente la qualità delle immagini delle macchine aperte.
4. Versatilità: La RM aperta è utile per esaminare pazienti che non possono rimanere immobili o che necessitano di maggiore accesso durante l'esame, come nel caso di procedure interventistiche guidate da RM.

Considerazioni finali
La scelta tra RM chiusa e aperta dipende dalle esigenze specifiche del paziente e dal tipo di esame richiesto. La RM chiusa offre immagini di qualità superiore ed è più rapida, ma può essere scomoda per chi soffre di claustrofobia. La RM aperta, pur offrendo un ambiente più confortevole, potrebbe non sempre fornire immagini di pari qualità. È importante discutere con il medico o il radiologo quale opzione sia più adatta in base alla situazione clinica e alle condizioni del paziente.

Vuoi prenotare o maggiori informazioni ?

Siamo a tua disposizione per ogni chiarimento o supporto, puoi chiamarci telefonicamente o contattarci tramite whatsapp cliccando i bottoni

+39 0743 223927 WhatsApp

oppure inviarci la tua richiesta compilando il modulo con i tuoi dati

 
 
 



Formula di acquisizione del consenso dell'interessato
Informativa Privacy Modulo ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679
Informativa Privacy Newsletter ex art. 13 Reg. (UE) 2016/679
L'interessato acquisite le informazioni dal Titolare, presta il consenso per le finalità sotto riportate.

I campi contrassegnati con l'asterisco sono obbligatori.